Furto del pulmino di proprietà dell’Associazione Siciliana Medullolesi spinali di Palermo

306 Views

Il presidente Rotino: “Azione incresciosa. Penalizzati i nostri utenti affetti da diverse patologie che usufruivano del mezzo per andare a scuola e nei centri di terapia. Chiedo aiuto alle istituzioni per mettere al sicuro i nostri mezzi”. Solidarietà del presidente dell’Ordine dei medici di Palermo Toti Amato

“Giovedì notte, in via Aci, è stato rubato un pulmino Fiat Ducato di colore giallo dell’Associazione Siciliana Medullolesi spinali di Palermo. Il mezzo con pedana idraulica per fare salire le carrozzine, era adibito al trasporto dei diversamente abili e, giornalmente, veniva utilizzato per trasportare a scuola e nei centri di terapia alcuni dei nostri utenti affetti da diverse patologie”.

A denunciarlo è Giovanni Rotino presidente dell’Associazione Siciliana Medullolesi spinali di Palermo.“Un’azione incresciosa commessa ai danni delle persone più deboli – sottolinea Rotino – che ora sono costretti a rimanere a casa”. Un gesto vile per il quale Rotino, che ha sporto immediatamente denuncia alle Forze dell’Ordine, non si dà pace, e per questo lancia un appello a chiunque avesse notizie.

“Chiedo a tutti indistintamente aiuto. Chiunque dovesse avvistare il pulmino (targato ET173CS) non esiti a contattarci o lo segnali alle Forze dell’Ordine. Nel contempo chiedo alle istituzioni – conclude Rotino – la possibilità di avere un appezzamento di terreno, un bene confiscato per mettere al sicuro i nostri mezzi durante la notte”.

“Esprimiamo la nostra solidarietà ai vertici dell’Associazione Siciliana Medullolesi spinali di Palermo – dichiara Toti Amato presidente dell’Ordine dei Medici di Palermo – e a tutti gli operatori che a vario titolo, quotidianamente, assicurano, da oltre vent’anni, un servizio di vitale importanza per i diversamente abili che vivono nella nostra città”.

“Rimango allibito ed esterrefatto. Ora basta – tuona Antonio Iacono consigliere dell’Omceo di Palermo, direttore del Trauma Center di Villa Sofia, nonché responsabile scientifico del progetto riabilitativo – ancora un furto di un pulmino commesso ai danni dell’Associazione Siciliana Medullolesi Spinali, che lavora per favorire l’integrazione dei disabili.

Credo che sia superfluo sottolineare che il pulmino è di primaria importanza per lo svolgimento della regolare attività dell’Associazione che aiuta i disabili nel reinserimento nelle scuole, nello sport e in ambito delle terapie. Oggi dobbiamo registrare il secondo furto di un pulmino dopo quello avvenuto nel 2022 – conclude Iacono – con la speranza che sia solo un caso, altrimenti sarei molto preoccupato”.

Redazione
Author: Redazione

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

Related posts