“Popolo offeso”: lo chef pluripremiato di Sicilia Petrillo risponde a Feltri

945 Views




Qualche giorno fa, durante una puntata della trasmissione “Fuori dal coro”, condotta su Rete 4 da Mario Giordano, Vittorio Feltri ha detto: “Perché mai dovremmo andare in Campania? A fare i parcheggiatori abusivi? I meridionali in molti casi sono inferiori”.
La cosa ha suscitato molte reazioni, noi abbiamo ricevuto e pubblichiamo una lettera del pluripremiato chef siciliano Alessandro Petrillo.
“Caro Feltri le scrivo da una splendida perla del Mediterraneo agognata da tanti , l’isola più bella al mondo. Siamo ricchi di sole, siamo ricchi d’arte, storia, cultura e  emozioni.
Mi presento sono Alessandro Petrillo un noto chef palermitano, le sue dichiarazioni offensive rivolta al sud Italia non sono lucide e presentano molte lacune.
La cosa peggiore è che le parole del direttore di Libero arrivano in questo drammatico e difficile momento che sta attraversando il nostro paese: tante vite umane spezzate, famiglie distrutte, gente chiusa in casa senza sussidio e senza lavoro, per questo terribile mostro invisibile che non conosce confini e distinzioni di appartenenza. Ricorderò tutto le battaglie dei nostri medici, sanitari, protezione civile, forze dell’ordine che stanno sacrificando la loro vita per tutti noi, gente di pieni valori umani.
Ma non ricorderò un uomo che voleva dividere un popolo con l’odio razziale con la sua ignoranza, una patria unita nel suo tricolore che sicuramente lei non sa cosa significa essendo senza scrupoli e senza cuore”.


Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

Related posts