Dalle Madonie a Palermo, alla Galleria delle Vittorie, per la Festa dei Morti, arrivano i pupi di zucchero di Giuseppe Sciurca

592 Views

Dalle Madonie a Palermo, forte anche dell’esperienza americana, Giuseppe Sciurca porta alla Galleria delle Vittorie di via Maqueda i suoi pupi di zucchero. Festa dei Morti, lunedì 1 novembre, a partire dalle 10.30, con esposizione e show cooking

Passeggiare per le strade di Palermo, già dalla fine di ottobre, significa inebriarsi di tutti quei profumi che appartengono alla nostra tradizione dolciaria. Una sinfonia di odori e colori, che fa già pensare alle imminenti festività natalizie. A dare il cosiddetto via alle danze è la Festa dei Morti fortemente attesa dai  bambini grazie ai doni e ai dolcetti che i defunti portano idealmente loro.

Parlando di dolci, quindi, dobbiamo inevitabilmente pensare ai pupi di zucchero, le note statuette cave di zucchero colorato che riproducono i Paladini di Francia, i personaggi tipici del teatro dei pupi siciliani, ma anche generiche figure maschili e femminili.

Una tradizione che viene protetta dal tempo e che quest’anno, per la prima volta, fa ingresso alla Galleria delle Vittorie, in via Maqueda 299, nel cuore del centro storico di Palermo, dove lunedì 1 novembre, a partire dalle 10.30, ci sarà Giuseppe Sciurca, cuoco di origini madonite, pronto a regalare emozioni attraverso le sue creazioni.

“Sarà una Festa dei Morti speciale – spiega Sciurca, che nel 2020 è stato negli Stati Uniti a promuovere il suo territorio in veste di portavoce ufficiale dell’Ente Parco delle Madonie – perché racconteremo  la tradizione di questa ricorrenza attraverso i pupi di zucchero. La mia tecnica è sicuramente tradizionale, ma con un tocco artistico molto personale. Li realizzo uno alla volta e lunedì darò modo a chi vorrà venire in Galleria di assistere alla loro nascita, passo dopo passo”.

Una Festa dei Morti, dunque, che si preannuncia speciale, alla Galleria delle Vittorie di Palermo, pronta a regalare dolci emozioni a grandi e bambini.

Ingresso libero.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

Related posts