Porto e Aeroporto di Punta Raisi: la Cinisi 2020

183 Views





Tonnara di Cinisi – Foto di Gianni Palazzolo

WeStart, Think Tank di Professionisti Siciliani, guarda al futuro della valorizzazione del territorio di Cinisi, sede di un’infrastruttura aeroportuale, che potrà costituire, la base per la creazione di un ecosistema di sviluppo imprenditoriale.

Cinisi in particolare ha tutte le carte in regola per poter diventare un polo di attrazione imprenditoriale sia per mercati nazionali sia per quelli esteri, potendo contare sulla fortuna di avere uno degli otto scali italiani più grandi, un porto turistico per imbarcazioni medio piccole, ma che crea anche uno snodo commerciale, oltre ad avere naturalmente un mare stupendo e un clima estivo per ben otto mesi l’anno.

Per tali motivi, weStart, che ha già iniziato una comunicazione fattiva con l’amministrazione di Cinisi, rappresentata dall’Assessore alle Attività Produttive, Leonardo Biundo, ha da subito creato le basi affinché la città abbia un interlocutore diretto con un gruppo di professionisti interessati  allo sviluppo economico del suo territorio e alla creazione di un Hub, in grado di generare nuovi sbocchi occupazionali.

Tra le idee messe in cantiere vi è la creazione di un incubatore di Start-up tecnologiche e di alto impatto sociale, scalabili sui settori più importanti del tessuto imprenditoriale e sociale. Agricoltura, artigianato, settore ittico e turismo saranno le pietre miliari da inserire all’interno dell’incubatore per attrarre nuove società e Start-up, con un programma di accelerazione che sarà presentato al comune di Cinisi nel mese di luglio.

L’iniziativa di weStart è sostenuta dall’Assessore Biundo, perché il suo unico obiettivo punta all’occupazione e allo sviluppo del territorio di Cinisi. L’assessore sostiene infatti che è uno spreco avere un aeroporto, un porto e finanche la fermata della stazione ferroviaria e di non poter sfruttare al meglio queste risorse.

Aeroporto – Foto di Gianni Palazzolo

Leonardo Biundo, considera il suo paese come centro nevralgico della zona di Castellammare del Golfo, sia sul turismo che sull’artigianato, considerando anche il settore ittico; ritenendo, in ultima analisi, che gli snodi logistici possono fare solo del bene per l’intera comunità.

L’azione di weStart, secondo Biundo, rispecchia lo sviluppo che ogni città medio piccola deve avere nel 2020 e che forti del periodo attuale, costringe in modo positivo ad accogliere iniziative lodevoli e di impatto come quella presentata dal Think Tank Siciliano.

Il gruppo weStart, nei prossimi giorni sceglierà la data per un workshop di presentazione del piano di sviluppo da creare nel territorio di Cinisi, perché ritiene che non si può fare attività di impresa o professionale senza la corretta logistica.

Cinisi per fortuna è facilmente raggiungibile e ciò quindi potrà permettere di poter prevedere missioni di imprenditori, attratti soprattutto dalle potenzialità di un territorio a forte vocazione turistica; grazie ad un’opportuna strategia di marketing territoriale che punta ad incentivare il turismo balneare.

In tale contesto non bisogna dimenticare, naturalmente, della doverosa considerazione delle   strutture alberghiere e ricettive come la Tonnara dell’Orsa, di proprietà del Comune, ma oggi ristrutturata e gestita da una società privata interessata allo sviluppo territoriale, facendo leva sulla vicinanza dell’aeroporto di Punta Raisi.

L’assessore Biundo, che sta condividendo un piano strategico annuale con il gruppo weStart, ha pertanto avviato la fase di sviluppo del territorio di Cinisi, offrendo così ai giovani l’opportunità di potere rimanere e di spendersi per creare nuove attività imprenditoriali, con  l’auspicio di raggiungere finalmente un periodo florido per l’economia della città.

WeStart (Sicilian Talents A Real Transformation)

Nicola Scardina



Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

Related posts