Itinerario Fenicio – Punico

857 Views
 Preistorico  Fenicio – Punico  Greco – Romano  Arabo – Normanno  Barocco  Neoclassico   Storia dell’ Arte

I fenici precedettero i Greci nella loro presenza in Sicilia. Occupavano le coste, i promontori, le isolette vicine. “Quando i Greci vennero in gran numero, racconta Tucìdide, i Fenici si ritirarono a Mozia, Solunto e Palermo, vicino agli Elimi, loro alleati, e a Cartagine”. Ciò accadeva tra la fine dell’VIII e gli inizi del VII sècolo a. C.E così si svolse, in Sicilia, quel!’incontro-scontro tra la cultura greca e quella fenicio-pùnica che dominò, per vari sècoli, la vita dei popoli del Mediterràneo, determinando anche, in certo modo e sino ad oggi, la nostra vita di tutti i giorni. Ecco un itinerario delle località fenicio-pùniche: Solùnto, Segesta, Èrice, Poggioreale, Adranone (Sambuca di Sicilia), Selinunte, Mozia, Marsala, Favignana, Pantellerìa.Un altro itinerario può essere questo: Solùnto, Erice, Favignana; e poi Mozia, Marsala, Poggioreale, Sambuca di Sicilia, Selinunte, Pantellerìa. Palermo, fu anch’essa città pùnica. I grandi monumenti àrabo-normanni e quelli barocchi, privilegiano, però, in questa città, tali itinerari culturali. È nel Museo archeològico regionale di Palermo, che si trovano importanti testimonianze della presenza fenicio-pùnica nella Sicilia occidentale. Sull’autostrada, senza pedaggio, che va da Palermo ad Èrice e Tràpani, si incontrano le rovine di Segesta che non fu città pùnica, ma elima: una popolazione compòsita di fuggitivi troiani, di focesi e sicani. Pur con in mente un diverso itinerario, non si può non fare una sosta a Segesta, per la bellezza del luogo, il tempio e il teatro. La proposta di un itinerario è sempre e solo una indicazione amichévole. Cominciate da Solùnto o da Mozia, come vi piace. Per un motivo o un altro, tutti i luoghi citati sono affascinanti.

Leave a Comment