Giornata Mondiale sulla Consapevolezza dell’Autismo 2022

791 Views

A Palermo i pittori hanno ‘abbracciato’ i bambini autistici e a Villa Pottino la mostra artigianale con i ragazzi di Tuttinsieme Onlus

Tra un soffio di vento, qualche goccia di pioggia ed un tiepido raggio di sole all’improvviso, si è aperta la Giornata mondiale sulla consapevolezza dell’Autismo che oggi, 2 aprile, ha visto svolgersi numerose iniziative volte a promuovere e a sensibilizzare la collettività sul tema dell’autismo. Tra queste, l’estemporanea di pittura intitolata “I pittori abbracciano i bambini autistici ucraini”, svoltasi presso il porticciolo della Cala di Palermo, organizzata dalle associazioni A.G.S.A.S. Onlus e Autismi cooperativa sociale e curata dal direttore artistico Pippo Buscemi, volta a raccogliere fondi da destinare ai bambini autistici ucraini, duramente colpiti dal conflitto in corso, e l’esposizione di artigianato Opificia – mostra creativa & vintage che ha coinvolto, tra gli altri, anche i ragazzi autistici e con Sindrome di Down dell’associazione Tuttinsieme Onlus. L’esposizione di artigianato sarà aperta fino a domani 3 aprile, presso Villa Pottino, in via E. Notarbartolo, 28 a Palermo.

Questa è la terza edizione dell’iniziativa artistica in occasione della Giornata mondiale della consapevolezza dell’Autismo – ha detto Pippo Buscemi – ed è stato bello veder aderire oltre 100 artisti a quella che si propone essere un’azione a sostegno dei bambini autistici dell’Ucraina, supportate dalla collaborazione di alcune associazioni ucraine alle quali saranno destinati i proventi raccolti. Vogliamo abbracciare virtualmente questi bambini attraverso questo progetto –  ha proseguito Buscemi – e metterlo a disposizione di chi lo vorrà sostenere, attraverso l’acquisto delle opere realizzate dagli artisti coinvolti sulla galleria virtuale del sito https://autismoperche.it/ o con un’offerta libera all’IBAN IT97U0200804618000300788774. Con questa iniziativa – ha concluso – vogliamo dare tutto il nostro supporto e sostegno ai bambini autistici che stanno vivendo una situazione insostenibile per chiunque, ma soprattutto per loro”.

Una giornata dal meteo incerto, ma dall’obiettivo chiaro: sostenere i bambini autistici che stanno vivendo il dramma del conflitto in Ucraina e sensibilizzare la collettività ad un tema importante, ma non ancora sufficientemente approfondito, l’autismo appunto. Il colore e la creatività sono divenuti veicolo di un messaggio prezioso, importante, e hanno spinto i partecipanti ad essere parte attiva di un movimento di solidarietà a sostegno dell’infanzia e di tutti quei bambini che, senza preavviso, si sono visti strappare via la propria serenità, il proprio mondo magico. Tra palloncini che riprendono i colori della bandiera Ucraina, pennellate e colori pastello, spicca, tra tutte le immagini, un volto dai capelli rossi, gli occhi grandi ed espressivi: è quello di Red Fryk Hey, ballerinə autisticə non-binary e attivista che, su tutti i social network, promuove e sensibilizza la comunità social sul tema dell’autismo, sul giusto linguaggio da utilizzare quando si parla di e con una persona autistica e su quelli che sono degli stereotipi che sarebbe bene abbattere, realizzato dall’artista Maria Pia Esposito.

WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.36.04
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.31 (2)
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.31 (3)
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.36.05
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.31 (4)
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.30 (3)
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.31
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.30 (1)
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.31 (1)
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.30 (4)
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.27
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.28 (1)
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.28
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.29
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.29 (1)
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.30
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.28 (2)
WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.36.04 WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.31 (2) WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.31 (3) WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.36.05 WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.31 (4) WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.30 (3) WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.31 WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.30 (1) WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.31 (1) WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.30 (4) WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.27 WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.28 (1) WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.28 WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.29 WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.29 (1) WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.30 WhatsApp Image 2022-04-02 at 23.35.28 (2)

Un tema vivo più che mai, quello dell’autismo, che spesso viene narrato in maniera imprecisa o non esattamente corretta, con la rappresentazione delle persone autistiche come persone “malate” e non come persone aventi un proprio “funzionamento biologico”, una “neurodiversità”. L’idea di malattia, infatti, presuppone anche la corrispettiva idea di una “cura”, ma l’autismo non va curato in quanto funzionamento del sistema nervoso, ma vanno inserite in percorsi terapeutici, educativi e riabilitativi tutte quelle persone autistiche con disabilità intellettive e/o cognitive e adattative utili al miglioramento della qualità della loro vita. Caratteristiche e bisogni specifici che, in una situazione critica come quella del conflitto in Ucraina, impongono una presa di responsabilità ed un sostegno concreto da parte di tutta la collettività verso tutti i bambini, soprattutto di coloro che vivono l’ambiente circostante e le emozioni con estrema intensità, provando sensazioni difficili da gestire e che causano loro particolare stress, tensioni e malessere.

Ad accogliere i visitatori con un sorriso ed un manufatto artigianale di produzione propria, sono stati, invece, i ragazzi dell’associazione Tuttinsieme Onlus che, alla mostra di artigianato Opificia a  Villa Pottino, a Palermo espongono fino a domani, 3 aprile, le proprie creazioni realizzate durante i laboratori creativi svolti all’interno degli spazi dell’Istituto dei Ciechi di Palermo. Bracciali, pochette, ventagli e oggetti di diverso tipo interamente realizzati a mano dai ragazzi dell’associazione e, i cui proventi, andranno direttamente ai giovani ma bravissimi artigiani

Sabrina Longi
Author: Sabrina Longi

Giornalista pubblicista, addetto stampa @fisdir_sicilia, autrice, cantante

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

Related posts