Duomo di Monreale assediato dai rifiuti, aperta un’indagine

437 Views

Ieri mattina la piazza Vittorio Emanuele di Monreale si è risvegliata sommersa dai rifiuti. Nella notte, soggetti non ancora identificati hanno riversato diversi contenitori della spazzatura sul tratto di strada dinanzi all’ingresso del Palazzo di Città e del Duomo Normanno. Ignoti gli autori, anche se i sospetti vanno in un’unica direzione. Ieri mattina una ventina di ex dipendenti dell’Alto Belice Ambiente, la società fallita a dicembre che si occupava del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti in 17 comuni della provincia di Palermo, aveva occupato la Sala Rossa del Palazzo. Gli operai però negano di essere i responsabili dell’accaduto. Il capitano della compagnia dei carabinieri di Monreale, Paolo Del Giacomo, ha disposto un’indagine per accertare le responsabilità. “Una protesta di una gravità inaudita, un’offesa alla città di Monreale  –  dichiara il sindaco di Monreale, Piero Capizzi -. Non conosciamo gli autori di questa azione. Ma questo linguaggio non è certamente confacente a quella che è la civiltà del comune di Monreale”.

La Sala Rossa del comune di Monreale è stata occupata già diverse volte nell’arco degli ultimi mesi dagli operai dell’Aba, da quando il 22 dicembre 2014 i 276 dipendenti sono stati posti in stato di quiescenza. In quelle occasioni il corpo della Polizia Municipale era rimasto, anche di notte, per vigilare affinché l’occupazione si svolgesse in modo pacifico. E, regolarmente, non si era verificato alcun danno. “Ieri avevo firmato un’ordinanza  –  continua Capizzi – in cui dichiaravo che, data la forma pacifica della protesta, non era necessario l’intervento della Polizia Municipale per garantire l’ordine”. Gli ex dipendenti dell’Aba richiedono l’intervento della politica locale per trovare al più presto una soluzione alla loro situazione lavorativa. Sulla ringhiera del palazzo di città hanno appeso cartelloni con su scritto il nome del sindaco, dei sei assessori, dei 18 consiglieri di maggioranza, del segretario del Pd, il partito di maggioranza nella città normanna, e dei due deputati regionali residenti a Monreale, Salvo Lo Giudice e Nino Dina. A tutti loro su un cartello è rivolta la domanda: “Dove c… siete?”. Capizzi: “Ho più volte spiegato che il comune e l’amministrazione di Monreale hanno espletato tutti i passaggi necessari. Mercoledì scorso con gli altri 16 sindaci ho firmato un accordo sindacale propedeutico al passaggio dei lavoratori alla società di scopo (la “Belice Impianti s. r. l.”, ndr), e per il 12 marzo è stata convocata la società di regolamentazione rifiuti (Srr) che si dovrà occupare del fitto del ramo d’azienda dell’Aba e quindi del passaggio dei lavoratori”. Tra le richieste presentate dai lavoratori il pagamento della quattordicesima e la retribuzione per i 22 giorni di dicembre: “Ai lavoratori verrà corrisposto quanto dovuto. In questo momento  –  spiega il primo cittadino – non abbiamo l’indicazione di quanto versare. Abbiamo sollecitato il commissario straordinario dell’Aba per avere il conteggio di quanto il comune di Monreale deve, e so che stanno provvedendo. Tutto quanto era nella disponibilità e nel potere di questo sindaco è stato fatto”.

“Monreale  –  prosegue Capizzi – è l’unico comune su 17 ad avere pagato la retribuzione di settembre ai dipendenti, ed il primo tra tutti i comuni ad avere liquidato la tredicesima. Non è quindi un problema di soldi né di disponibilità. Hanno lavorato e quindi hanno diritto a percepire la retribuzione. Purtroppo il fallimento dell’Alto Belice Ambiente ha determinato una situazione di stallo”. L’Aba ha un debito di 27 milioni di euro. “Abbiamo cercato di trovare una soluzione nell’interesse di tutti i lavoratori. Ho spiegato la situazione, ma questa forma di protesta, se dovesse essere ascrivibile a loro, non è accettabile”. Il capitano dei carabinieri ha intanto ordinato alla ditta che si occupa temporaneamente della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti a Monreale di rimuovere la spazzatura. (repubblica)

Redazione
Author: Redazione

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

Related posts