Catania: La stagione del Bellini, il teatro per tutti

568 Views

Sei opere, due balletti, sedici concerti. Presentato il cartellone del teatro etneo

123600269-dce67395-c8e2-440f-95e1-20c7c13ed482Fedra, di Giovanni Sollima (in scena dal 17 gennaio), il Trovatore, di Giuseppe Verdi (dal 5 marzo), la Sonnambula, di Vincenzo Bellini, (dal 25 maggio), Turandot, di Giacomo Puccini (dal 12 ottobre) sono solo alcuni titoli delle opere in programma per la stagione operistica del Teatro Bellini di Catania quest’anno densa di appuntamenti e di eventi interessanti. Tutte le novità sono state rese note durante la conferenza stampa di presentazione in cui il presidente Enzo Bianco, e il sovrintendente Roberto Grossi, hanno illustrato accanto al capitolo operistico, anche quello cameristico e sinfonico già calendarizzati, e le iniziative che da quest’anno il teatro intende promuovere e realizzare.

Le opere liriche saranno sei e due i balletti – Cosmogonia, balletto flamenco di Sara Calero dal 12 aprile, e Spartacus, balletto classico, coreografia e regia di Pokorny dal 7 giugno-, per ogni spettacolo sono previste sette recite. La stagione sinfonica non è da meno: sedici i concerti sinfonici, nove quelli sinfonico corali e cinque quelli cameristici in abbonamento; quelli fuori abbonamento saranno dodici, e anche tra questi si alterneranno artisti di spessore tra cui Vinicio Capossela, il 15 novembre, e la cantante Noa il 5 e il 6 aprile 2016.

Notevole anche il parterre del ciclo grandi interpreti: da Paul Badura Skoda a Ugo Pagliai a Joachin Achucarro a Giovanni Sollima, per citarne alcuni. Torneranno i mercoledì al Sangiorgi fra Classica e Jazz; per la prossima estate è prevista una stagione lirica, sinfonica e di balletto nei teatri di pietra mentre il Festival belliniano sarà organizzato dal Teatro e non da altri soggetti, con una serie di appuntamenti definiti “di eccezione”. Spazio anche ai giovani e alle famiglie con un progetto che li avvicinerà alla musica classica e all’opera. Previste numerose formule di agevolazioni per tutti, perché “vogliamo essere protagonisti di cultura e non solo una vetrina”, dichiara il sovrintendente. Abbonamenti e biglietti sono acquistabili al botteghino dal martedì al sabato dalle 9,30 alle 12,30. NUNZIA SCALZO (repubblica.it)

Redazione
Author: Redazione

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

Related posts