“Luce del firmamento” di Lidia Gambuti ed Ermes Gudi

135 Views

È in libreria il libro “Luce del firmamento” (Pagine cadute) degli autori Lidia Gambuti ed Ermes Gudi. I due autori hanno dato vita ad un progetto, dal titolo “Pagine cadute”, che prevede la pubblicazione di una serie di libri, che seguono tutti lo stesso tema. Il nome, “Pagine cadute”, sintetizza il principio da cui provengono le centinaia di pagine scritte da Lidia, che racconta una storia inedita, particolare, che va un po’ oltre le linee logiche della cosiddetta “storia classica” dell’umanità, dell’Universo e di colui che per molti versi ha tracciato una linea temporale sul cammino umano determinando, con la sua venuta, l’Anno Zero… un nuovo Principio, una nuova Genesi, una nuova Alfa: Gesù. “Pagine Cadute”, sotto certi aspetti romanzato, scientifico e storico, per altri versi esoterico e filosofico, è principalmente e profondamente spirituale ed è il frutto dei racconti fatti a Lidia in tutta una vita, da Luce del Firmamento, un Guida Celeste che le ha raccontato, e chiesto di mettere su carta, la sua vita e contemporaneamente la storia dell’umanità e dei Mondi che compongono l’Universo che ha dato Vita alla Vita, il tutto, in prima persona. Lui stesso segue passo a passo il destino dell’umanità da quando ancora sulla Terra non vi era nemmeno l’ombra dell’Essere umano, il cui destino si intreccia con il suo e con quello di infiniti altri mondi oltre la Terra. “Pagine Cadute” narra la storia di Luce del Firmamento, il nome con cui Gesù il Cristo, da 35 anni, firma questi racconti, nei quali lui mette in luce tutti gli aspetti e le situazioni adombrate, confuse e lacunose che hanno costellato la sua esistenza e simultaneamente intreccia attorno a sé la nostra storia umana, dalla Creazione sino ad oggi e oltre. Siamo davanti all’evoluzione e a tutto quello che ruota attorno al nostro mondo in termini di conoscenza e sapienza atavica e ancestrale, rivista da un’altra prospettiva, quella di Luce del Firmamento, una Voce delle Stelle.

Lidia ed Ermes, hanno scritto e continuano a scrivere “questo racconto sotto dettatura ispirata (medianità vigile) senza pretesa alcuna di verità, o credo, o assolutismo religioso – spiegano i due autori -. Il nostro unico desiderio è quello di poter esprimere e condividere quest’opera proveniente dalle Stelle e dare a tutti un altro punto di vista su cui affacciarsi, un’altra possibile ed alternativa prospettiva della Vita e del nostro futuro!”.

Gli autori

Lidia Gambuti nasce a Riccione nel 1948. La sua personalità particolarmente sensibile alle  dinamiche  della  vita e  al  cosiddetto “mondo invisibile” si manifestò in lei sin da bambina.  Poi, un giorno, all’età di  trent’anni, appena sveglia, una Voce le disse: Buongiorno! – ma nella stanza con lei non c’era nessuno!

Da quel momento, tra le difficoltà di affrontare la vita quotidiana e il conciliare il suo pensiero e la sua personalità con questa “presenza” accanto a lei che le raccontava e spiegava ogni cosa sia del Cielo che della Terra, non fu semplice, ma divenne pian piano un rapporto sempre più unico e inscindibile. Attraverso il Channeling, la “Voce”, così si fece chiamare inizialmente, divenne la Guida Spirituale di Lidia.

A distanza di qualche anno da quella prima esperienza medianica, la “Voce” chiese a Lidia

di prendere carta e penna perché le doveva far scrivere alcuni pensieri da condividere con le persone. Da questi scritti nacque il suo primo libro “Vivere in Armonia”, una raccolta di poesie e racconti spirituali pubblicato nel 2002 dalla M.I.R. Edizioni. All’inizio degli anni ‘80 cresce in Lidia il desiderio di condividere questa esperienza con le persone. Trova così un suo primo pubblico di interessati e curiosi che col tempo cresce ed apprezza la sensibilità e la profondità degli argomenti trattati nei suoi incontri aperti a chiunque. Nel 1999, tra il pubblico, incontra Ermes Gudi e insieme a lui, redige altri due libri. Nel 2004 pubblica “Orme di Luce” e nel 2006 “Sigillo delle Generazioni Umane” presso le Edizioni del Centro Studi Italiano di Parapsicologia.

Partendo da questi due testi che raccontano l’evoluzione umana dalla Genesi sino all’arrivo sulla Terra di Gesù, prende vita il progetto editoriale denominato “Pagine Cadute”, da cui nasce questo primo volume intitolato “Luce del Firmamento”, nome con cui la “Voce” firmò da sempre gli scritti di Lidia Gambuti.

Ermes Gudi nasce a Rimini nel 1978. Durante la sua gioventù, nutrì una profonda curiosità verso la “sfera spirituale”, sviluppando un carattere aperto alla ricerca di tutte le forme e manifestazioni legate al mistero e all’ignoto. Nel 1999 incontra Lidia Gambuti ad una sua conferenza tematica a Riccione. Questo incontro cambiò radicalmente la vita di Ermes e iniziò per lui un percorso spirituale del tutto inaspettato. Dimostrò ben presto le sue capacità di collegarsi alla sfera energetica e spirituale. Lidia, gli propose di diventare coautore del progetto “Pagine Cadute”. Da allora, Ermes, ispirato da Luce del Firmamento, il quale guida la sua mano, realizza le illustrazioni dell’intera opera, facendo vivere con la sua matita i personaggi, le ambientazioni e i mondi raccontati negli scritti. Coordinatore e relatore di questo progetto prosegue con Lidia la sua realizzazione.

 

 

Il libro

Un Essere proveniente dall’infinito Universo si affacciò sulla vita umana. Dai confini del Non Tempo Egli viaggiò verso la Terra. Dal silenzio degli oceani cosmici il suo nome fu gridato ed echeggiò in una grotta terrestre. Oggi, con il nome di “Luce del Firmamento”, Gesù racconta in prima persona la sua vita sulla Terra, rivelando aspetti e situazioni adombrate e confuse che hanno costellato la sua enigmatica esistenza. Egli aprì le porte sul futuro dell’umanità dai Nove Giorni della Creazione che plasmarono il nostro pianeta, trasformandolo nel Giardino in Eden in cui Esseri di grande saggezza come Titani, Dei, Semidei e non ultimi gli Esseni, testimoniarono le loro antichissime conoscenze. Altre saranno le rivelazioni nei racconti di Gesù che riflettono una più ampia visione: l’inseminazione artificiale di Emiriem (Maria), il fratello gemello di Gesù e il Quarto Re Magio. Solo leggendo tra le righe di quel passato possiamo scoprirne il senso. “Scesi lungo i pendii del tempo per sollevare i veli della vostra consapevolezza, verrò cercato e non trovato, perché celato dentro ognuno di voi”.

Serena Marotta

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

Related posts