Il neo-impressionista Pippo Spinoso partecipa alla collettiva “I colori dei pellegrini”

92 Views

A Palermo dal 6 all’8 maggio nella chiesa S. Cristina La Vetere, l’opera “S. Rosalia”

nell’ambito della settimana delle culture.

Il maestro Pippo Spinoso, dall’arte vivace e cromatica, porterà il neo-impressionismo, nella collettiva “I colori dei pellegrini” con una sua tela dal titolo  “Santa Rosalia”, che raffigura la Patrona di Palermo, dall’intrinseco valore e significato che trapela dai colori, dall’espressione e ambientazione della Santa, realizzazione unica, caratterizzata dal suo tratto pittorico. “Una donna moderna per l’epoca, che non accetta le convenzioni, alle quali sarebbe stata sottoposta, spiega il maestro Spinoso, è questa la visione che ho voluto dare alla Santa Patrona di Palermo ad oggi”.

L’opera sarà esposta a Palermo, nell’ambito della settimana delle culture, nella chiesa di Santa Cristina La Vetere, nella collettiva, “I colori dei pellegrini”.  Inaugurazione della collettiva il 6 maggio alle ore 17.00, la mostra sarà visitabile dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00 sino all’8 maggio.

Pippo Spinoso da sempre dedito all’arte pittorica, amante della storia, laureato in Scienze Politiche indirizzo Storico-Sociale, classe ‘55 ha radici a Solarino nel siracusano, adozione palermitana, nel corso degli anni ha sempre dispensato la sua arte e trasmesso i suoi valori alle nuove generazioni e non solo, è docente all’Università Europea del tempo libero (Utle).

Con acrilico ed olio su tela, colori vivaci dal giallo in contrasto con azzurro e blu, spazia dalla paesaggistica, ai visi, ai falsi d’autore, con tratto pittorico sensibile alla realtà.

Nel 1983, la sua prima mostra “Il grappolo d’oro”, sotto la direzione artistica del grande maestro Bruno Mancuso, a Casteldaccia nel palermitano. Inizia la sua carriera espositiva e le numerose partecipazioni a contest dedicati all’arte, tra cui in primo piano: “Italiani Selezione d’Arte Contemporanea”, a cura del Prof.  Vittorio Sgarbi (2016); sempre nel 2016, viene ammesso al 1° Trofeo Internazionale, “Arte e Impero”, con tour delle sue opere a Parigi, Vienna e Roma; Biennale Internazionale D’Arte del Mediterraneo, qui viene nominato Ambasciatore dell’Arte; nel 2018, riceve il 1° Premio “Arte Palermo”, diretto da Philippe Daverio. Paolo Levi, lo descrive così: “La pittura di Pippo Spinoso, mostra una vivace descrizione paesaggistica, proposta attraverso un cromatismo variegato e vitale. Egli sa cogliere le note espressive con immediatezza e istintiva sensibilità, esibendo un tratto pittorico che sviluppa una libera e sincera interpretazione del reale”.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

Related posts