Grandi festeggiamenti per i primi 25 anni di COT Ristorazione, presenza significativa del settore non solo nella città di Palermo

Redazione
16 Views

Venticinque anni festeggiati insieme a dipendenti e soci, ognuno dei quali costituisce un tassello importante nel primo quarto di secolo di vita della COT Ristorazione.

 Una realtà imprenditoriale con un fatturato annuo di 25 milioni che si occupa di ristorazione collettiva, il cui sistema gestionale è fatto di persone e valori, rappresentando il cibo di qualità, sicuro buono ed equilibrato.  I suoi pasti vengono forniti alle mense dell’Università di Palermo, delle scuole dei Comuni di  Palermo, Catania e Siracusa, dei maggiori ospedali del capoluogo siciliano e del personale penitenziario delle carceri palermitane. Senza dimenticare la buvette di Palazzo Steri e il Caffè del Teatro Massimo, tra i fiori all’occhiello della cooperativa.

C’è, poi, anche un fronte sociale che vede COT Ristorazione presente e partecipe a progetti ed emergenze che chiedono aiuto a chi può e vuole mettere in campo le proprie risorse. Tra le ultime iniziative in ordine di tempo, il pranzo di Natale per i detenuti indigenti dell’Ucciardone di Palermo, andando nuovamente in aiuto al  Centro di Accoglienza “Padre Nostro”. Un momento di festa per quei carcerati che non hanno famiglia.

Un’altra bella sinergia, come quella nata con il secondo dormitorio comunale di via Messina Marine, accreditato dal Comune di Palermo a dare riparo e assistenza a 24 persone, uomini e donne, che vivono in condizione di estrema precarietà. A gestire la struttura è l’Istituto Opera Don Calabria di Termini Imerese, mentre la COT Ristorazione fornisce i pasti giornalieri, collocando un altro tassello in questo mosaico di realtà che operano quotidianamente nel sociale per rendere più bella la nostra città.

Inevitabile, quindi, festeggiare il primo quarto di secolo insieme a coloro i quali la fanno grande, ossia i suoi dipendenti.

«Sono veramente contento di questo importante traguardo – afferma Emanuele Ribaudo, Presidente di COT Ristorazione -, raggiunto dalla nostra cooperativa anche grazie ai 700 soci e dipendenti, 500 dei quali solo a Palermo, che lavorano all’unisono, orgogliosi di considerarsi una vera grande famiglia. Ciò che mi auguro è che si possa fare sempre di più e continuare a crescere, credendo sempre nelle nostre possibilità».

Un’occasione per fare il punto rispetto a quanto fatto da quel lontano 1992, ma anche ai tanti altri obiettivi da raggiungere, approfittando per augurare a tutti un sereno Natale e un 2018 pieno di altri successi.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

Next Post

Presentazione del libro “Alla vita così com’è” dell’autrice Giovanna Ferraro

16 ViewsVenticinque anni festeggiati insieme a dipendenti e soci, ognuno dei quali costituisce un tassello importante nel primo quarto di secolo di vita della COT Ristorazione.  Una realtà imprenditoriale con un fatturato annuo di 25 milioni che si occupa di ristorazione collettiva, il cui sistema gestionale è fatto di persone […]
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com