Divulgazione e applicazione della normativa sulla protezione dei soggetti fragili

Marianna La Barbera
94 Views

A Palermo nasce l’associazione curatori, tutori, amministratori

Diffondere gli strumenti codicistici di tutela delle persone deboli , rendendoli accessibili ai disabili e alle loro famiglie, secondo un concetto di diritto orientato all’’inclusione degli ultimi, sia a livello sociale che giurisdizionale.

È all’insegna di questo obiettivo che si è ufficialmente costituita a Palermo ACTA (Associazione Curatori, Tutori, Amministratori) presieduta dall’avvocato Flora Calandrino.

L’associazione, priva di scopi di lucro, nasce dalla precisa esigenza di raccogliere e riportare nelle sedi istituzionali le diverse istanze che costellano un’attività spesso sottovalutata e misconosciuta, secondo un concetto di diritto che non sia staticamente ancorato a rigidi precetti ma che abbia quale priorità la tutela delle persone fragili, dei minori, dei disabili, degli anziani e di tutte le categorie socialmente vulnerabili.

Lo Statuto associativo, non a caso,  prevede l’apertura alla partecipazione di figure , professionali e non , che prestino la propria opera a favore di soggetti deboli e maggiormente esposti al rischio di marginalità sociale.

ACTA si prefigge l’obiettivo di rappresentare un’interlocutore professionalmente idoneo alla rappresentazione di problemi pratici e criticità in collaborazione con l’Ufficio del Giudice Tutelare, intraprendendo un percorso comune e individuando soluzioni condivise con gli Enti pubblici istituzionalmente occupati nel settore socio – sanitario, nell’ottica della rivalutazione del ruolo dei curatori, dei tutori, degli amministratori di sostegno e degli avvocati che occupano queste posizioni così delicate, agevolandone il lavoro.

Oltre a Flora Calandrino che riveste il ruolo di presidente, l’associazione annovera quali soci fondatori gli avvocati  Marcella Viaggio in qualità di segretario, Monica Arrigoni, Luigi Campagnuolo, Monica Manzone, Paola Mirto, Marco Sanfilippo e Daniele Tolomeo.

Nella seduta dello scorso 28 novembre 2019 il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palermo ha ricevuto i componenti dell’associazione alla presenza del presidente Giovanni Immordino.

Chi volesse contattare l’ACTA, che ha sede a Palermo in via Jean Houel 30, può inviare una mail all’indirizzo associazione.acta@libero.it

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

Next Post

Banca S. Angelo - Da Sicilia e Marocco un aiuto tecnologico alla svolta green dell'economia

94 ViewsA Palermo nasce l’associazione curatori, tutori, amministratori Diffondere gli strumenti codicistici di tutela delle persone deboli , rendendoli accessibili ai disabili e alle loro famiglie, secondo un concetto di diritto orientato all’’inclusione degli ultimi, sia a livello sociale che giurisdizionale. È all’insegna di questo obiettivo che si è ufficialmente […]
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com