Al IV Convegno Nazionale del Parlamento della Legalità ci si incontra e confronta tra fedi diverse

141 Views




Dovere, Legalità e Gratitudine: quando le persone normali diventano Eroi” è il tema del IV Convegno Nazionale del Parlamento della Legalità Internazionale che si aprirà alle 9.30 di sabato 5 settembre al  Centro di Spiritualità “Maria S.Immacolata ” di Poggio San Francesco, a  Giacalone.

Una mattinata di dibattiti, confronti e interazioni in linea con gli obiettivi di un movimento culturaleinterconfessionale e interreligioso che trova le sue radici nella “sete” di Verità e Giustizia a partire dalle stragi di Capaci e via D’Amelio, dialogando principalmente con il mondo scuola e società civile affinché chiunque, a partire dal proprio talento naturale (letterario, artistico, musicale, sportivo, o quant’altro), si metta in gioco per cooperare allo sviluppo del territorio e insieme divenire artefici e protagonisti di un presente.

Aprirà i lavori Nicolò Mannino, Presidente e fondatore del movimento culturale insieme al Generale di Corpo D’Armata, Carmine Lopez, Generale Interregionale dell’Italia Sud /Occidentale della Guardia di Finanza e Presidente Onorario del Parlamento della Legalità Internazionale. Parteciperà anche il Capo di Stato Maggiore, Pasquale Vasaturo, vicecomandante della Legione dei Carabinieri.

Ricco il parterre di presenze, esponenti di fedi diverse: il Cardinale Francesco Coccopalmerio, Presidente Emerito della Commissione dei Testi Legislativi della Santa Sede; Mons. Michele Pennisi,  Arcivescovo e guida spirituale del Movimento; gli IMAM, per la Comunità Musulmana di Verona, Mohamed Gerfi, mentre per la Comunità del Triveneto, Kamal Layachi; S. E. Mauro Contili (sposato e padre di tre figli ); Basem Ibram, in arrivo dal Cairo, un cristiano /ortodosso che ha portato il Parlamento della Legalità Internazionale in Egitto lo scorso 6 gennaio per insediare l’”Ambasciata della Fratellanza e del Dialogo”.

Prenderanno la parola anche i genitori di Paolo La Rosa, il giovane accoltellato lo scorso febbraio a Terrasini (PA ), e i genitori di Vincenzo Ruggiero, vittima di un agguato nel napoletano da un pseudo/amico che, dopo averlo ucciso, l’ha fatto a pezzi e murato in un garage. Padri e madri provati da un forte dolore che diverrà testimonianza preziosa per i presenti.

Durante l’evento verranno ricordati il Capitano dei Carabinieri, Emanuele Basile, ucciso 40 anni fa a Monreale e il poliziotto Yoe Petrosino. Saranno, infatti, presenti il fratello del primo, Mimmo Basile, e il nipote de secondo, Giovanni Petrosino.

Attesa la testimonianza di Don Luigi Merola, noto sacerdote “anticamorra”, che a Scampia ha tolto dalla strada centinaia di bambini dando voce alla fondazione “A Voce de Creature “, e il giornalista gia’ Vice Redattore del TG1, Francesco Pionati.

 Durante il convegno sarà presentato il libro scritto da Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco, “Insegnami ad Amarmi”, con la conclusione di Antonio Scaglione, figlio del Procuratore Pietro Scaglione, ucciso dalla mafia negli anni ‘70.

Serrate le misure di sicurezza anti-covid 19, affidate all’Associazione provinciale “ANPAS” coordinata da Fabio La Mantia.

Il convegno sarà moderato da Massimo Coserini, già conduttore di eventi culturali presso la sala Nervi in Vaticano, alla presenza di Papa Francesco e dall’attrice siciliana, reduce del tappeto rosso del festival di Venezia, Denise Sardisco.

Diversi i sindaci che hanno dato conferma di partecipazione all’evento tra cui Leoluca Orlando e il Prefetto di Palermo, Giuseppe Forlani.




Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

Related posts