Home » La Sicilia » Palermo, villa romana di piazza della Vittoria (Villa Bonanno)

Palermo, villa romana di piazza della Vittoria (Villa Bonanno)

La villa romana di piazza della Vittoria (Villa Bonanno) a Palermo, databile tra la fine del II e l’inizio del III secolo d.C., è stata scoperta tra il 1868 e il 1904 da Francesco Saverio Cavallari e da Antonio Salinas. Si tratta di una duplice struttura composta da due costruzioni denominate ‘Edificio A’ ed ‘Edificio B’.

l_3bb29916bb6840c3a99ea4dcf6274a05.jpgIl complesso era ricco di mosaici di raro pregio, e molte delle stesse composizioni vennero decontestualizzate e trasferite al Museo Archeologico Regionale ‘Antonio Salinas’, tra cui il mosaico raffigurante le stagioni ed Orfeo che incanta gli animali.
Attorno alla villa non si trova alcuna evidente insegna che indichi l’esistenza del sito. L’entrata è gratuita, e si presentano immediatamente, alla sinistra dell’entrata, dei reperti in pietra (fregi e parti di statue) disseminati su un terreno su cui cresce della vegetazione spontanea; parti di colonne e di capitelli giacciono, insieme ad alcuni interessanti composizioni a mosaico, sotto una tettoia all’aperto; altre parti di mosaici, di dimensioni anche consistenti, giacciono completamente all’aperto disseminati qua e là, del tutto soggetti agli agenti atmosferici; addirittura, al momento della nostra visita, vi era un grosso ramo, per metà ancora attaccato all’albero, riverso a terra, proprio in mezzo al peristilio dell’edificio B del complesso archeologico, e costatando il colore delle foglie si deduce che quel ramo fosse lì da non poco tempo. Infine, appare inutile sottolineare che anche questo sito è sorvegliato da un lavoratore socialmente utile (LSU), senza che vi fosse traccia di personale specializzato, nonostante la considerevole affluenza di turisti cui è soggetta Palermo nel periodo della seconda metà di agosto (momento in cui è stato girato il filmato).
Le condizioni del sito, quindi, appaiono complessivamente insufficienti, se non del tutto carenti, e si comprende bene come mai l’ingresso sia gratuito, nonostante le sue potenzialità d’attrazione che rimangono, per l’appunto, solo delle ‘potenzialità’: non è il primo caso, né, purtroppo, l’ultimo.

Palermo, villa romana di piazza della Vittoria (Villa Bonanno)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

About Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com