Home » La Sicilia » Mondello

Mondello

Mondello (Munneddu in siciliano), quartiere di Palermo, è una località turistica, ai piedi di Monte Pellegrino. Situata a pochi chilometri dal centro della città, Panorama di Mondellosi raggiunge direttamente attraversando il grande Parco della Favorita o tramite collegamenti secondari direttamente da quartieri periferici della città. Mondello è caratterizzata da un golfo sabbioso dai colori tropicali, e strutture ricettive, ristoranti, qualche negozietto, un porticciolo, dei club nautici ed uno stabilimento balneare che nel periodo estivo offre dei servizi incentrati sull’affitto di cabine. La zona è inoltre rinomata per le sue numerose ville in stile liberty. Mondello gode di un clima tipicamente mediterraneo: caldo e secco in estate e piovoso e fresco in inverno. In effetti la maggior parte delle precipitazioni sono concentrate nel semestre invernale. In questo periodo sono possibili delle tempeste di pioggia e di vento. Molto raramente le spiagge di Mondello (così come gli altri comuni tirrenici della Sicilia) possono essere leggermente e brevemente imbiancate da un sottile quanto suggestivo strato di neve. L’ ultima nevicata è stata quella dell’inverno del 1999 quando tra il 30 gennaio e l’ 1 febbraio la zona fu coperta più volte dalla neve. Le primavere sono tiepide (tranne a marzo e, a volte, i primi di aprile quando ancora possono arrivare bordate fredde dai Balcani) e normalmente già tra la 2° metà di aprile e maggio è possibile stare in spiaggia a prendere il sole. neve_a_mondelloL’estate è calda (ogni tanto, quando soffia lo scirocco, le temperature possono superare i 40°) ma grazie a indici di umidità moderati e ad una ventilazione costante (tipiche brezze marine) la zona è gradevole anche nei mesi più roventi. In genere è l’autunno (insieme all’inverno) la stagione delle piogge battenti o di veri e propri nubifragi che in alcuni casi allagano diverse strade. Originariamente era un villaggio di pescatori, sviluppatosi nell’estremo lembo settentrionale del golfo, dove oggi sorge il porto di Mondello, intorno ad una antica tonnara e alla quattrocentesca torre di guardia del “Fico d’India” che faceva parte del sistema di avviso delle Torri costiere della Sicilia. Da Mondello Paese, dominato dalle rocciose ed impervie pendici del monte Gallo, riserva naturalistica marina e terrestre di grande rilievo istituita nel 2004 dalla Regione Siciliana, la spiaggia descrive un arco di circa un chilometro e mezzo fino a Punta Célisi, dove a ridosso sorge la borgata di Valdesi. Lo storico Michele Amari nella sua “Storia dei Musulmani in Sicilia” riferisce, sulla base di una Spiaggia di Mondellocronaca dell’epoca, che dopo la presa islamica di Palermo (831) proprio nella zona di Mondello sarebbero approdate dieci navi bizantine con l’intento -poi vanificatosi- di riconquistare la città. Per circa due secoli rimase una zona paludosa e malarica, fino al 1891, anno in cui ebbe inizio l’opera di bonifica del cosiddetto “pantano”, grazie all’intervento del principe Francesco Lanza di Scalea, senatore del regno. Successivamente alla bonifica una società belga, “Les Tramways de Palerme”, con un atto di vendita del 1910, ottenne dal Demanio dello Stato la cessione di circa 280 ettari di terreno a fronte di una serie di servizi e strutture da approntare per la realizzazione di una stazione balneare di prim’ordine, nel rispetto di un compromesso con il Comune di Palermo del 1906. La società Les Tramways de Palerme, costituita in Belgio nel 1909, si impegnò a versare la somma di lire 578.310,42 oltre alla realizzazione di un Grand Hotel, un Kursaal, una cattedrale, uno stabilimento balneare costruito a palafitta sul mare, 300 villini, la rete idrica, la rete fognaria, un campo da golf a nove buche, alcune opere di arredo urbano (chioschi, illuminazione, giardini, etc.). Molte delle opere elencate non furono mai realizzate ed il contratto di vendita, che escludeva la spiaggia del demanio marittimo, decadde per decorrenza dei termini fissati. Oggi un’altra società, l’Immobiliare Italo Belga S.A., ha in concessione la spiaggia di Mondello, con clemente_ravetto_tesserascadenza nel 2009, per la gestione del più grosso stabilimento balneare del capoluogo con oltre 1500 cabine, avvalendosi dell’autorizzazione del Comune di Palermo del 1963 ad utilizzare parte del marciapiede del lungomare a supporto dell’attività di balneazione. Dal 1985 Mondello è sede del Windsurf World Festival, ribattezzato nel 2001 World Festival on the Beach, l’evento che raggruppa annualmente varie manifestazioni di sport (windsurf, vela, kite, beach volley etc.), e spettacoli musicali che, per la loro connotazione internazionale, trasformano la località siciliana in un villaggio di straordinario interesse. Si trova a Mondello una celebre villa abbandonata denominata dai palermitani “casa dei fantasmi”. La villa in questione si trova di fronte al “Palace hotel” ed è caratterizzata da una cancellata gialla. A Mondello nel 1910 fu effettuato il primo esperimento in Sicilia di volo a propulsione con pilota a bordo; il pilota Clemente Ravetto compì le prime evoluzioni su un velivolo Voisin 28.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

About Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com